Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Le 5 cose da non perdere in Toscana a primavera

Toscana e primavera, che binomio vincente!

E che occasioni per apprezzare ancor di più questa splendida regione dalle mille sorprese. A primavera, infatti, si ricomincia a sentir la voglia di uscire e stare all’aria aperta, per godere delle miti temperature che, tempo permettendo, rendono piacevoli le giornate sempre più lunghe. Essendo ancora bassa stagione, i prezzi di alloggi e trasporti sono alla portata di tutti ed i musei sembrano essere quasi deserti, senza quelle lunghe code dinanzi all’entrata che si vedono da chilometri di distanza! Molti buoni motivi, dunque, per scegliere la primavera per viaggiare e visitare la Toscana, destinazione molto gettonata dal turismo internazionale soprattutto in estate.

Dato che quando si viaggia alla volta di un posto nuovo, le cose da vedere e da fare sono così tante che non basterebbe un mese intero, eccovi qualche consiglio su come sfruttare al meglio il vostro tempo in Toscana durante una vacanza primaverile: cinque suggerimenti da segnare nella lista....degli imperdibili!!

1. Godere delle meraviglie della Toscana all'aria aperta

Al primo posto troviamo l’aria aperta: godere del piacevole tepore sotto il sole di Toscana è una di quelle attività (se così la si vuol chiamare) che va di pari passo con la stagione primaverile.

Se penso alla primavera, la prima cosa che mi viene in mente sono i prati in fiore; sarà perchè associo la stagione con la rinascita della natura dopo il letargo invernale, o perchè i colori del paesaggio riescono a mettermi di buon umore, ma i parchi ed i giardini botanici sarebbero una delle mie prime destinazioni se viaggiassi alla volta della Toscana. Dai parchi naturali come quello della Maremma o di San Rossore in provincia di Pisa, a quelli tematici, come il Parco Sculture del Chianti in provincia di Siena, quello dei Tarocchi in Maremma, o il parco dedicato al burattino più famoso di tutti i tempi, Pinocchio - situato a Collodi in provincia di Pistoia, la Toscana è ricca di aree verdi protette e luoghi dove natura e cultura artistica si incontrano, fondendosi in un risultato di straordinaria maestria.

Se, invece, siete a caccia di panorami che tolgono il fiato e di un frenetico susseguirsi di emozioni - dalla fatica, alla paura, all’estasi - i numerosi percorsi da trekking sui sentieri che si snodano nel Parco delle Apuane, per dirne uno, vi concederenno il privilegio di vedere la Toscana dall’alto di una prospettiva più unica che rara, che le marmoree montagne custodiscono gelosamente tra i propri pendii. Uno dei percorsi più consigliati e gettonati è quello sul Monte Forato, con partenza dal pittoresco borgo di Gallicano.

Mentre gli orti botanici di Firenze, di Pisa, Siena e Lucca (all’interno delle mura), degli Appennini (all’Abetone) e delle Alpi Apuane, sono dei veri e propri tripudi di straordinari colori, specialmente durante la primavera!

Parlando dell’Abetone, mi viene in mente un’altra attività, consigliata specialmente per persone che amano gli sport adrenalinici: il downhill sui pendii dei monti dell’Appennino Toscano, una sorta di trekking in bicicletta alla ricerca del brivido e della velocità!

2. Le terme all’aperto...fai da te!

Al secondo posto vi sono le terme...all’aperto! Se non in Toscana, in quale altro luogo si potrebbe godere dei benefici delle acque termali conciliando il benessere fisico con... il portafoglio? In quanto regione densamente popolata di stabilimenti e riserve naturali di acque termali, la Toscana offre diverse destinazioni all’aperto e, soprattutto, gratuite dove fare il bagno in acque calde e un pò...maleodoranti! Saturnia e Petriolo sono due tra le più conosciute, ma vi sono anche Bagno Vignoni, San Casciano dei Bagni (in provincia di Siena tutte e due) e Bagni San Filippo in Val d'Orcia: terme fai da te, circondate dallo splendido paesaggio della Toscana.

Abbiamo parlato di parchi e terme all’aperto...ma considerando che la Toscana è una regione dalla forte vocazione balneare, come pensare di tralasciare il mare? Inutile dire che ancora le temperature non sono abbastanza calde da consentire bagni ed abbronzature strepitose, ma le spiagge semi-deserte sono uno spettacolo per pochi privilegiati. Non si può parlare di trekking sulla spiaggia, questo è vero, ma sempre più frequentemente vengono organizzate escursioni a cavallo in riva al mare, soprattutto in Maremma dove la cultura equina è ancora molto radicata nella tradizione locale e dove i moderni butteri costituiscono un legame tra passato, presente e futuro.

3. Il privilegio dell'esclusiva: i giorni di Cultura FAI

Al terzo posto vi è un’ulteriore suggerimento per godere delle giornate di sole all’aria aperta (scongiuri facendo!): Le Giornate Fai di Primavera, evento organizzato dal FAI (Fondo Ambiente Italiano, organismo no profit dedito alla restaurazione e conservazione del patrimonio artistico e naturale italiano) nei giorni 25 e 26 marzo 2017. Si tratta di un evento nazionale che apre le porte al pubblico di luoghi dall’incomparabile valore artistico e naturale, che normalmente non sono accessibili ai visitatori: palazzi, chiese, giardini, aree archeologiche e molto altro ancora riusciranno a stupire anche coloro che credono di conoscere il Bel Paese come le proprie tasche! L’elenco di tutti i luoghi accessibili sarà disponibile sul sito ufficiale.

4. Sagre primaverili e tour enogastronomici: la cultura del mangiar bene in Toscana

Parchi, terme, mare e cultura...cosa manca per completare il quadro di ciò che più caratterizza la Toscana? Se dicessi che non potrei escludere da questa lista qualche autentico stravizio culinario, a cosa pensereste? Marzo e la primavera in generale sono caratterizzati da un rifiorire di sagre paesane dedicate alle eccellenze locali. Se per la Mostra del Chianti di Montespertoli e la tradizionale manifestazione Cantine Aperte bisogna aspettare la fine di maggio, alcuni dei prodotti tipici di Toscana saranno i protagonisti di questa primavera: un tour enogastronomico sarebbe l’ideale per assaporare alcuni dei prodotti più caratteristici di Toscana ed esplorare, al tempo stesso, luoghi ricchi di misterioso fascino.

Il Mugello, per esempio, aprirà le porte al cinghiale ed al classico tortello (4-5 e 11-12 marzo), mentre il Chianti ospiterà un classico della cucina povera toscana, la Sagra delle Frattaglie (Strada in Chianti, 12 e 13 marzo), dove protagonisti di piatti tradizionali cucinati in svariati modi saranno il lampredotto, la trippa e lo stufato.

Così pure Volterra, che ospiterà la Sagra del Tartufo Marzuolo il primo fine settimana di aprile ed infine Arezzo, dove si avrà l'onore di andar A Cena con il Produttore.

5. Domenicalmuseo: il valore della cultura...a costo zero!

Al quinti ed ultimo posto, ma non in ordine di importanza, terrei a segnalarvi l’apertura stroardinaria e soprattutto gratuita dei musei e delle aree archeologiche di tutta la Toscana e l'Italia la prima domenica di ogni mese (quindi il 5 marzo, 2 aprile e 7 maggio per quanto riguarda questa primavera). L'iniziativa, organizzata dal MIBAC (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) è volta a sensibilizzare le persone alla conoscenza del nostro patrimonio culturale, alla consapevolezza dell’inestimabile valore storico ed artistico che la Toscana - e l’Italia intera - custodisce all’interno dei propri confini geografici.

Detto questo, non mi resta altro che augurarvi un buon soggiorno in Toscana ed un buon inizio di primavera!


Autore: Chiara Ricci

Da sempre interessata a sperimentare tutto ciò che attrae la mia curiosità (o quasi tutto!!), ho viaggiato per l'Europa in cerca di un luogo che potesse offrirmi qualcosa di diverso... Risultato? Fallimento totale, non c'è miglior posto di casa, soprattutto se si trova in Toscana! La mia passione? Nuotare, aiuta le persone a mantenere un contatto con quell'elemento della natura che l'uomo non è riuscito a conquistare!



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com