Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Strada del Vino: Lucca & dintorni

I vini di Lucca & Montecarlo

Le valli, le montagne e la costa della Toscana

La strada dei vini, dell'olio e dei sapori che attraversa l'area nei dintorni di Lucca - il cui nome ufficiale è Strada del Vino e dell’Olio di Lucca, Montecarlo e Versilia - è divisa in diverse sotto-aree, le più importanti e famose delle quali sono quelle di Lucca e Montecarlo. Le altre coprono le zone della Versilia vicino al mare, e della Valle del Serchio, dove oltre ai vini troverai affettati tipici locali, formaggi, dessert, pane e molto altro ancora.

Pine trees & vineyards in Lucca & Montecarlo.

Questi itinerari propongono diverse opzioni che, in sostanza, hanno lo scopo di promuovere i vini locali (e l'olio d'oliva), oltre a quello di farti conoscere la personalità del tutto unica e distintiva dell'area. Una visita in questa parte della Toscana non può non includere città come Pietrasanta, Camaiore, Lucca, Capannori, così come almeno una delle meravigliose ville storiche dei dintorni di Lucca, ma per assaporare davvero i profumi di queste terre devi necessariamente visitare uno dei vigneti e degli oliveti della Strada del Vino, stabilita ufficialmente nel 1999 con lo scopo di includervi un'ampia varietà di prodotti tipici:

Dai famosi vini DOC delle Colline di Lucca e Montecarlo all'olio extra vergine di oliva certificato DOP di Lucca, dal pane fragrante ai salumi, dai formaggi delle zone di montagna ai pregiati e raffinati vini della Versilia, alla floricoltura.

Una delle caratteristiche più distintive dei vini locali è la ricetta che mescola sapientemente vitigni locali con varietà di origine francese. Secondo alcuni, gli ingredienti "segreti" sono

Il clima mite, l'esposizione a mezzogiorno e la presenza di alte cime che proteggono le uve dalle temperature fredde del nord. Tutto questo contribuisce a creare una produzione intensa, sana, con un alto contenuto di zuccheri e profumi intensi. 

I prodotti che vi si trovano sono davvero rappresentativi del “terroir” di Montecarlo e Lucca: una combinazione della vicinanza al mare ed alle montagne che conferisce a questi vini DOC un sapore distinto.

Making Montecarlo Bianco DOC on the Strada del vino in Lucca

Il vino DOC delle Colline intorno Lucca

Meglio conosciuto come Vino DOC delle Colline Lucchesi

Nelle colline appena fuori il centro storico di Lucca troverai diverse cantine che vantano prodotti come vini rossi DOC, bianchi DOC, vin santo ed un delizioso olio extra vergine d'oliva DOP, famoso per il sapore "fruttato, fondamentalmente dolce ma pungente, dal retrogusto amaro".

View from above Lucca

Come accade a tutti i vini dalla speciale designazione, le etichette originarie di quest'area hanno regole ben specifiche e rigide da seguire. La denominazione "Colline Lucchesi" può produrre sia un bianco che un rosso, oltre a vini monovitigni ed al vin santo, molto famoso in tutta la Toscana. La ricetta? Ti accorgerai che questi vini sono definitivamente diversi dai loro simili delle altre aree della regione come quella del Chianti o del Vino Nobile appena fuori Montepulciano, così come sono totalmente diversi dai vini DOC della Val d'Orcia e dal famoso Brunello di Montalcino.

Secondo le regolamentazioni, la miscela del bianco può essere "complessa e flessibile", ma dominata da una percentuale maggiore di Trebbiano, dal 45% al 70% Trebbiano Toscano.

La rimanente percentuale può essere fino ad un 45% Greco, Grechetto, Vermentino e/o Malvasia; fino al 30% Chardonnay e/o Sauvignon blanc e fino al 15% altre varietà di vitigni bianchi - le regolamentazioni DOC permettono anche due varietà bianche monovitigne, Vermentino e Sauvignon Blanc, i cui vini ne devono contenere almeno una percentuale pari all'85%.

Per la miscela del rosso, invece, come molti altri vini toscani, la percentuale maggiore deve essere di Sangiovese: dal 45 al 70%.

La rimanente percentuale può contenere fino ad un 30% di Canaiolo e/o Ciliegiolo, fino ad un 15% di Merlot e fino ad un altro 15% di altre varietà come il Vermentino nero, con Aleatico e Moscato concessi soltanto in una percentuale che non può superare il 5% dell'intera miscela.

Anche per i rossi, la regolamentazione DOC prevede due varietà monovitigne: Merlot e Sangiovese, mentre i vini Riserva devono essere invecchiati almeno due anni.

Montecarlo

Un gioiello nascosto nei dintorni di Lucca

Il 13 agosto 1969, il vino Montecarlo Bianco DOC fu riconosciuto come uno dei primi vini DOC dell'Italia settentrionale e solo più tardi, nel 1985, anche il Montecarlo Rosso fu pregiato del riconoscimento DOC. Che cosa ha di così speciale questo vino bianco? I vini bianchi toscani sono fatti con vitigni Trebbiano e Malvasia, ma nell'area che circonda la piccola e graziosa cittadina di Montecarlo sono composti principalmente di monovitigni Sémillon, Sauvignon blanc e Pinot bianco. E', dunque, l'insolita influenza internazionale che distingue i bianchi di Montecarlo.

Per poter ottenere l'etichetta Montecarlo Bianco DOC, la percentule deve essere la seguente: 40-60% Trebbiano Toscano ed il restante 40-60% deve essere comprensivo di Semillon, Pinot Gris e Bianco, Vermentino, Sauvignon, Roussanne, globalmente considerati, purché almeno tre dei vitigni indicati raggiungano singolarmente la percentuale del 10%.

Anche il Montecarlo Rosso e la Riserva hanno, ovviamente, miscele specifiche da osservare: 50-75% Sangiovese, 5-15% Canaiolo Nero, 10-15% singolarmente o congiuntamente Ciliegiolo, Colorino, Malvasia Nera, Syrah, Cabemet Franc, Cabemet Sauvignon, Merlot. La denominazione aggiuntiva di "Riserva" per il Montecarlo Rosso viene concessa se il vino proviene da uve che assicurano un grado alcolometrico volumico totale minimo di 11.5% e se viene sottoposto ad un periodo di invecchiamento obbligatorio non inferiore a due anni, di cui almeno sei mesi di affinamento in bottiglia.

Montecarlo near Lucca, a charming little town.

Vi sono diverse cantine nella zona intorno a Montecarlo che propongono degustazioni dei loro vini, ma dato che la maggior parte sono piccole e normalmente non hanno una persona dedicata esclusivamente a tenere la cantina ed il negozio aperti, il consiglio è quello di chiamare prima per fissare un appuntamento. La pro-loco ed il punto informazioni di Montecarlo possono aiutarti nello scegliere la cantina ed a telefonare affinchè tu sia sicuro che all'arrivo ci sia qualcuno ad aspettarti. Li trovi entrambi in centro a Montecarlo e lo staff è davvero gentile ed accogliente.

Se ti trovi da queste parti il mese di maggio, tieni in mente l'evento Viavinaria, un intero weekend durante il quale le cantine aprono le loro porte ad appassionati e curiosi, insieme alle loro bottiglie di vino per assaporarne lo speciale gusto. Per ulteriori informazioni, consulta l'articolo dedicato agli eventi di maggio in Toscana.


Suggerimenti per degustazioni vicino a Montecarlo

A breve distanza a piedi dal centro storico si trova la cantina e ristorante La Torre. Puoi scegliere se sederti per vivere la tua esperienza enodegustativa dentro o fuori sulla terrazza, con vista sulla città di Montecarlo, con menù che combinano sapientemente le proprie varietà di vini ed oli, oltre all'opzione che prevede un pranzo con specialità locali servite con i loro deliziosi vini. Mentre per degustare vini ed olio non c'è bisogno di prenotazione - e aperto, infatti, tutti i giorni - per il pranzo è necessario che tu chiami prima; i costi delle degustazioni sono accettabili.

Sito ufficiale

Outdoor seating under the Montecarlo skyline

Un pò più distante dal centro, sotto gli archi di un antico acquedotto romani si trova la cantina e ristorante Il Poggio, che propone una combinazione di 6 vini serviti con prodotti locali: basta scegliere quanto si vuole mangiare (un'abbondante selezione di affettati, bruschette, olive, formaggi, assaggi di antipasti ed un primo, oppure un pranzo completo con antipasto, primo e secondo - carne alla griglia). Ti porteranno i loro 6 tipi di vini, spiegandotene la composizione, e te li lasceranno affinchè tu possa degustarne a piacimento. E' aperto tutti i giorni e tutto l'anno, non è necessario prenotare ed il prezzo è ragionevole.

Sito ufficiale

Un altro luogo dove andare che non richiede prenotazione è la Tenuta del Buonamico

Infine, vi è la Fattoria del Teso. Le degustazioni hanno luogo nella loro favolosa cantina, tra le suggestive botti. C'è bisogno di chiamare e prenotare in anticipo, ma il servizio e l'atmosfera valgono entrambi la pena. Una guida ti accompagnerà a visitare la loro produzione, per poi farti assaggiare una deliziosa selezione dei loro prodotti locali. Bianchi, rossi ed oli d'oliva ti delizieranno con i loro sapori unici. 

Sito ufficiale

The valley and mountains near Montecarlo and Lucca


Autore: Donna Scharnagl

Ho messo piede in Italia per la prima volta più di 25 anni fa ed ancora non ho trovato un buon motivo per andarmene. Dell'Italia amo il cibo, la cultura, la storia, l'arte, i paesaggi...ho menzionato già il cibo?! Mi definisco una studentessa a lungo termine. E così ho imparato che gli italiani hanno storie che vale la pena di ascoltare, storie che dipingono un quadro che mostra come il duro lavoro forgi il carattere, come la vita sia fatta di alti e bassi e quanto sia bello ridere.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com