Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Fattori, i ritratti e la Toscana

Giovanni Fattori è stato un'importante pittore toscano vissuto alla fine dell'Ottocento tra Livorno e Firenze. E' stato certamente il maggiore esponente dei Macchiaioli, movimento artistico toscano, che anticipò i giochi di luce tipici degli Impressionisti.

Pittore e incisore di successo, sperimentò diverse tecniche figurative oltre alla pittura, utilizzate per rappresentare la sua terra, la Toscana e più in particolare la Maremma. I temi più ricorrenti nella pittura di Fattori sono i ritratti, i paesaggi e episodi storici.

La vita

Giovanni Fattori nasce a Livorno il 6 settembre 1825 e fin da piccolo manifesta una particolare propensione al disegno, tanto che a 15 anni viene mandato a lezione di pittura. Nel 1846 si trasferisce a Firenze per iscriversi all'Accademia di Belle Arti.

Nel 1848 è coinvolto nei moti risorgimentali, diventando fattorino di stampa clandestina per il Partito d'Azione a favore dell'Unità d'Italia in cui crede profondamente. L'anno successivo assiste all'assedio di Livorno, fatto che lo segna profondamente e che influenza anche la sua pittura. Il tema militare e la raffigurazione di battaglie e soldati è infatti una parte importante della pittura di Fattori.

Nel 1850 inizia a frequentare il Caffè Michelangelo a Firenze in via Larga (oggi via Cavour), punto di ritrovo degli artisti anti-accademici dell'epoca che discutevano le nuove strade artistiche da percorrere. Qui incontra Telemaco Signorini, giovane pittore fiorentino, col quale fonda qualche anno più tardi il movimento dei Macchiaioli.

La macchia di colore diventa la base dei sui quadri e realizza molti ritratti, paesaggi e scene storiche tra cui Il campo italiano dopo la Battaglia di Magenta considerato il primo quadro italiano di storia contemporanea.

Nei primi anni del 1860 si trasferisce a Livorno e frequenta Castiglioncello presso l'amico Diego Martelli. Nel 1869 viene nominato professore all'Accademia di Belle Arti di Firenze dove diventa successivamente docente onorario.

Dopo il 1880 si reca spesso in Maremma, terra che lo affascina e che riproduce in moltissimi dei suoi quadri e acqueforti degli ultimi anni. Questi sono infatti gli anni in cui Fattori è più produttivo.

Giovanni Fattori muore a Firenze il 30 agosto 1908.

Le Opere

Giovanni Fattori è stato un'artista molto produttivo e molto apprezzato dai contemporanei. E' stato il maggiore esponente dei Macchiaioli e della macchia, tecnica pittorica dell'Ottocento che consisteva "nel rendere le impressioni che ricevevano dal vero col mezzo di macchie di colori di chiari e di scuri".

I suoi temi preferiti erano i ritratti di familiari o amici, i paesaggi in particolare della Maremma, e i soggetti storici e militari realtivi ad avvenimenti a lui contemporanei.

Tra le sue opere più importanti a Firenze segnaliamo La rotonda Palmieri, Carro con i buoi, i Barrocci romani e Lo Staffato alla Galleria d'Arte Moderna di Palazzo Pitti.

A Livorno nel Museo Civico Giovanni Fattori si trovano invece il ritratto de La signora Martelli a Castiglioncello, La Torre rossa e Assalto alla Madonna della Scoperta.

Altre opere di rilievo di questo grande artista toscano sono il Ritratto della cugina Argia, ritratto di Diego Martelli a Castiglioncello e Il riposo. Inoltre molto importanti sono anche i molti qadri e acqueforti raffiguranti la Maremma e i butteri e più in generale i paesaggi toscani.

Ciò che rende unica l'opera di Fattori è l'uso della macchia e dei colori per rappresentare i soggetti in modo estremamente realistico e veritiero.


Autore: Valentina Dainelli - DiscoverTuscany Team



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com