Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

I borghi delle Cinque Terre

Le Cinque Terre sono forse una delle destinazioni più popolari situate appena fuori i confini della Toscana, facilmente raggiungibili anche con il treno - con un'escursione dalla mattina alla sera - da chi si trova nei pressi o nel cuore di città come Firenze e Pisa. Questi caratteristici cinque borghi offrono uno spaccato unico ed incantevole del panorama, del paesaggio, delle tradizioni e della cultura che caratterizza il litorale costiero italiano. Nonostante siano simili per molti aspetti, queste 5 località presentano tratti distintivi e particolari, una loro storia ed un personalità propria che le differenzia le une dalle altre. Ma tutte sono ugualmente belle da visitare. Se state pensando di organizzare un'escursione da soli alle 5 Terre, di seguito abbiamo delineato una breve guida con informazioni e qualche considerazione personale. In questa pagina troverete ciò che vi serve sapere su come arrivare e come muoversi alle Cinque Terre ed altre info generali. Se, invece, preferite prenotare un tour organizzato, quest'articolo vi darà un'infarinatura di ciò che state per andare a scoprire in questa parte d'Italia dal misterioso fascino d'altri tempi.

Riomaggiore

Riomaggiore è il paesino più a sud delle Cinque Terre e trae il suo nome dalla posizione delle caratteristiche case torri costruite lungo il fiume (rio). E' anche il più grande e spesso corrisponde al punto di partenza per poi avventurarsi alla scoperta dei restanti paesi e degli oltre 120 km di sentiero che corre lungo la costa e l'entroterra. Secondo alcuni, le sue origini risalgono addirittura al lontano 8° secolo, ma i documenti e le notizie in merito a Riomaggiore partono solo dal 13° secolo; ad ogni modo, con il passare dei secoli è cresciuto d'importanza anche grazie alla presenza delle sue case dai colori pastello costruite lungo il ripido versante della scogliera.

Opinione personale: Nella strada principale si trovano molti negozi e ristoranti, il castello in cima al paese è spesso sede di eventi speciali, dato il suo aspetto pittoresco ed al tempo spesso fascinosamente misterioso, ma ciò che attrae più l'attenzione a Riomaggiore è l'inizio della famosa Via dell'Amore, il percorso che corre lungo la scogliera costruito in origine per collegare Riomaggiore con Manarola. Purtroppo la Via dell'Amore è chiusa dal 2012 e non si sa quando riaprirà definitivamente. Un piccolo trato vicino alla stazione di Manarola è stato riaperto nel 2015, ma il sentiero artificiale ha bisogno di grandi lavori che forse partono a fine 2017, con riapertura sperata per il 2019.

Manarola

Gli edifici colorati e le case che scivolano lungo il pendio del tratto costiero aspro e roccioso di Manarola rendono difficile pensare che questa città era (e ancora oggi è) famosa per la sua produzione vinicola. Il nome, già di per sè, testimonia l'importanza dell'attività agricola che andava di pari passo con quella della pesca, dal momento che deriva dalla parola - in dialetto locale - usata per indicare la ruota del mulino (potrete vedere la ruota lungo la strada principale proprio sotto il campanile ed il fiume che scorre verso il mare). I pittoreschi e caratteristici terrazzamenti circondano la cittadina, isolata e quasi nascosta.

Opinione personale: Noi abbiamo scelto di pernottare a Manarola e ci è piaciuta molto. Se avete tempo, fate qualche deviazione dal percorso principale e più affollato e perdetevi nelle strette stradine laterali: vi accorgerete, come per incanto, di essere praticamente soli e potrete così godervi al massimo la magia che avvolge questo luogo, scoprirne i misteri più segreti ed i panorami più nascosti. Inoltre, dal piccolo porto, vi sarà possibile anche tuffarvi in mare per un bagno dalle scogliere adiacenti.

Corniglia

Forse una delle più antiche tra le Cinque Terre, Corniglia vanta, nel suo passato economico, un'importante attività agricola e vitivinicola; le sue origini risalenti all'epoca romana sono state confermate dai ritrovamenti a Pompei di anfore su cui era scritto il nome che i Romani avevano dato a questo piccolo borgo "gens Cornelia". E' l'unica località delle Cinque Terre a non affacciarsi direttamente sul mare, per ammirarne le irte stradine del caratteristico e pittoresco centro storico è necessario salire per la "Lardarina", un percorso di oltre 300 scalini (oppure, potete pendere un autobus :-P).

Opinione personale: Questo piccolo borgo è arroccato in cima ad una scogliera circondata da vigneti, scorcio da cartolina quando la si vede arrivando da fuori; è il più piccolo dei cinque borghi, ma uno dei più affascinanti con le sue stradine particolarmente strette. Percorrendo quella principale, raggiungerete un punto panoramico davvero suggestivo, da dove potrete ammirare tutte e cinque le cittadine. Se vi arrivate in treno, dovete necessariamente seguire il percorso di 382 scalini per arrivare in centro e se volete allungare la vostra passeggiata e scoprire un'altra vista, ancor più mozzafiato delle altre, arrivate fino a San Bernardino lungo la strada asfaltata e prendetevi un caffè al bar, godendovi poi, sulla via del ritorno a Corniglia, il meraviglioso panorama che si apre davanti ai vostri occhi.

Vernazza

Sviluppatasi come una potente città fortificata con una forte difesa militare, probabilmente usata come porto per difendersi dalle incursioni dei pirati, Vernazza è, appunto, l'unico dei cinque borghi a vantare di un porto naturale, incastonato in un'insenatura suggestiva; provate ad immaginare quando, ai tempi del Medioevo, non vi era una vera e propria spiaggia, nè tantomeno un vero e proprio porto come c'è oggi e le barche venivano legate direttamente accanto alle case...Senza traffico alcuno all'interno del centro storico, questa piccola località è caratterizzata da bellissime case dai colori pastello che si affacciano direttamente sul mare.

Opinione personale: La strada principale che porta dalla stazione dei treni al fascinoso porto è piena di bar, negozi e turisti! Nonostante la confusione, vi consiglio di sedervi ad uno dei ristoranti nella piazza adiacente al porto per degustare dell'ottimo pesce fresco e, se vi avanza ancora del tempo, deviate dall'itinerario principale e perdetevi tra le stradine laterali, ne vale davvero la pena! Se avete voglia, salite sulla torre del piccolo castello.

Monterosso

La cittadina di Monterosso è divisa in due parti, quella vecchia e quella nuova, collegate insieme da un piccolo tunnel di soli 100 metri. Un tempo accessibile solo dal mare o tramite le mulattiere che conducevano verso l'entroterra, questo borgo è rimasto praticamente isolato fino all'avvento della ferrovia nel tardo 1800. Se vi capita di visitarne le spiagge dorate, avrete modo di vedere anche ciò che rimane della gigantesca statua di Nettuno, scolpita nel 1910 e sopravvissuta al trascorrere del tempo, alle guerre ed alle intemperie.

Opinione personale: Se la vostra intenzione è quella di trascorrere una giornata in spiaggia, venite qui: Monterosso è l'unico borgo ad averne una vera e propria. Accanto alla spiaggia, vi è anche un bel parco giochi, abbastanza grande, nel caso in cui siate con i vostri bambini, dove si trova anche un bar, posto perfetto per prendersi una pausa sia per i grandi che per i più piccoli. Troverete un altro bel parco giochi nella parte "vecchia" del borgo, davanti al palazzo comunale.


Autore: Donna Scharnagl

Ho messo piede in Italia per la prima volta più di 25 anni fa ed ancora non ho trovato un buon motivo per andarmene. Dell'Italia amo il cibo, la cultura, la storia, l'arte, i paesaggi...ho menzionato già il cibo?! Mi definisco una studentessa a lungo termine. E così ho imparato che gli italiani hanno storie che vale la pena di ascoltare, storie che dipingono un quadro che mostra come il duro lavoro forgi il carattere, come la vita sia fatta di alti e bassi e quanto sia bello ridere.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com