Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Alla scoperta di Corniglia nel cuore delle Cinque Terre

Il più antico dei cinque borghi

Incastonato come una perla nel cuore delle Cinque Terre, Corniglia viene spesso ignorato per la sua fama di non avere spiagge, e forse l'irta scalinata che si deve percorrere per arrivare in cima al colle - ed al centro storico - non è un invito allettante, anche se vi è un autobus che fa avanti e indietro, trasportando i meno inclini all'ardua impresa!

Alcuni manufatti rinvenuti fanno collocare le origini di questo piccolo e caratteristico borgo all'epoca romana e le incisioni trovate su alcune anfore in terracotta hanno persino aiutato gli storici a dedurre le origini del nome, che sembra risalire alle parole Gens Cornelia, che stanno a significare "della famiglia Cornelia". Si pensa, infatti, che Corniglia fosse probabilmente una colonia di schiavi che assunse il nome di Corenila, dallo schiavista che li rese liberi. In epoca medievale, l'intera area passò sotto il dominio dei conti di Lavagna, che furono in seguito sostituiti dalla famiglia Fieschi. Nel passeggiare lungo la strada principale del borgo, ti accorgerai che tutto ruota intorno a via Fieschi.

Corniglia non ha un porto, motivo per cui la sua economia si focalizza più sull'agricoltura che sulla pesca, grazie alle opere realizzate negli anni per rendere produttivi e coltivabili gli irti e rocciosi versanti della collina che lo ospita. Sono stati realizzati terrazzamenti - chiamati "fasce", in dialetto locale - dove oggi crescono vigneti, dediti alla produzione di vino, divenuto uno dei prodotti tipici. La specialità di Corniglia è il bianco Vernaccia di Corniglia, conosciuto persino nel lontano 1300 quando il Boccaccio ne decantò la fama e la bontà nel suo famoso Decamerone. La produzione vinicola risale con tutta probabilità ai romani, come testimoniato dalle anfore sopra menzionate. 

Luoghi da vedere

Se sei intenzionato a percorrere la scalinata fino in cima, sappi sin dall'inizio che sarai ripagato con panorami unici e stupendi di ciò che circonda questo borgo, incluse le acque cristalline del mare, le strade e le spiagge pressochè sempre deserte. I luoghi da vedere a Corniglia non sono molti, anche a causa delle sue esigue dimensioni.

Lardarina

Più che da vedere, si tratta di un'attività da non perdere! Vi sono poco più di 370 scalini che conducono dalla stazione del treno di Corniglia  fino al centro storico, ubicato a 100 metri sopra il livello del mare. Anche se si tratta di una salita abbastanza impegnativa, lo spettacolo che ti aspetta vale davvero tutta la fatica fatta; se non te la senti, ma non vuoi comunque perderti la vista unica che offre questa suggestiva località, c'è un autobus che offre frequenti corse sia per salire che per scendere di nuovo a valle.

Sentieri per Corniglia

586 Si tratta di un sentiero famoso, conosciuto anche come "Porcina", che collega Volastra & Case Pianca, non lontane da Corniglia. Difficoltà: facile

587 Corniglia - Cigoletta. Difficoltà: facile

Chiesa di San Pietro

Ubicata nella piazza principale di Corniglia, si tratta di un esempio di architettura in stile barocco con elementi gotici e liguri che risalgono al 14° secolo, contraddistinto da rosoni in marmo bianco di Carrara. Il santo patrono di Corniglia è San Pietro, celebrato il 29 giugno con festività e sagre locali che mettono in risalto alcune delle specialità di questo borgo, come la torta di riso. Un'altra delizia che vale la pena assaggiare è la torta dei Fieschi, che rende omaggio al matrimonio dei Fieschi risalente ai primi del 1200: durante la festa del santo patrono, viene preparata questa torta nuziale, la cui ricetta sembra sia stata gelosamente custodita e tramandata di generazione in generazione; la torta di dimensioni eccezionali viene offerta a tutti i partecipanti nella piazza principale.

Terrazza di Santa Maria

Questo punto altamente panoramico è raggiungibile percorrendo a piedi via Fieschi: ricorda di portare la crema solare ed, ovviamente, la macchina fotografica, per immortalare le vedute mozzafiato sul mare che circonda il borgo e sugli altri delle Cinque Terre, visibili in lontananza.

Oratorio dei Disciplinati di Santa Caterina

Questo oratorio si trova nella piccola piazzetta Largo Taragio: risale al XVIII° secolo, e ciò che più lo contraddistingue al suo interno è il soffitto sopra l'altare, decorato come il cielo.

Appena fuori Corniglia si trova il Santuario di Nostra Signora delle Grazie, nella graziosa località di San Bernardino, raggiungibile con la navetta o con una breve passeggiata. Fu fondato da San Bernardo da Siena, missionario francescano e santo cattolico, che si ritirò in preghiera in questi luoghi per molti anni.

Spiagge

Le acque cristalline delle Cinque Terre sono un pò meno visibili da Corniglia, ma non per questo meno belle.  Sembra di vedere, dall'alto dei punti panoramici, uno specchio d'acqua sottostante scintillare in un milione di sfumature blu e verdi e distendersi infinitamente all'orizzonte...ma ricorda che prima devi riuscire ad arrivare fin quassù, il che significa scalini sia all'andata che al ritorno - oppure puoi decidere di noleggiare una barca e fermarti poco lontano dalla costa. Se sei incline ad un pò di avventura, le due migliori spiagge di Corniglia sono:

Guvano

E' probabilmente la più famosa perchè è una spiaggia nudista, ma è anche difficile da raggiungere dato che richiede una lunga camminata attraverso un tunnel buio, lungo circa 1 km che parte in fondo alle scale della Lardiana - per cui oltre all'asciugamano, alla crema solare ed all'acqua da bere, ricorda di portare anche una torcia!

Spiaggione

Questa spiaggia, in realtà, è il risultato di un effetto collaterale accidentale della nuova linea ferroviaria ed è situata vicino (ad eccezione per le scale) alla stazione dei treni. Nota: fai attenzione all'alta marea, che talvolta la rende inaccessibile.

Come arrivare:

Se sei in vacanza in Toscana o nella zona della Lunigiana vicino a La Spezia, puoi arrivare anche in auto, anche se è altamente sconsigliato per via della mancanza di parcheggi. Prendi la A12 ed esci a Santo Stefano di Magra in direzione di La Spezia, poi segui le indicazioni per Portovenere, sulla Litoranea, ed esci a Corniglia. L'accesso alla cittadina ed ai pochi parcheggi presenti è riservato ai soli residenti, che hanno degli appositi permessi e spazi assegnati, o al carico ed allo scarico delle merci. Vi è, comunque, un'area dedita allo scarico dei bagagli dei turisti all'entrata del borgo, ma puoi sostarvi solo per 30 minuti al massimo.

Il modo migliore per arrivare a Corniglia rimane, dunque, il treno da La Spezia o da Levanto. Per ulteriori informazioni e dettagli su come raggiungere le Cinque Terre, dai uno sguardo al nostro articolo dedicato. Da Corniglia, andando verso sud, puoi raggiungere Manarola, mentre in direzione nord troverai Vernazza, entrambi visibili dalla terrazza panoramica del centro di Corniglia.


Autore: Donna Scharnagl

Ho messo piede in Italia per la prima volta più di 25 anni fa ed ancora non ho trovato un buon motivo per andarmene. Dell'Italia amo il cibo, la cultura, la storia, l'arte, i paesaggi...ho menzionato già il cibo?! Mi definisco una studentessa a lungo termine. E così ho imparato che gli italiani hanno storie che vale la pena di ascoltare, storie che dipingono un quadro che mostra come il duro lavoro forgi il carattere, come la vita sia fatta di alti e bassi e quanto sia bello ridere.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com