Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

Alla scoperta di Piombino

Piombino si trova nel tratto finale della Costa degli Etruschi, che inizia un centinaio di chilometri più a nord, all’altezza di Livorno.

Curiosità

Agli inizi del 1800 Piombino fu assegnata da Napoleone a sua sorella Elisa Bonaparte Baciocchi, che divenne così reggente del Principato di Lucca e Piombino. La principessa amava chiamare di Piombino “la mia piccola Parigi” e nel periodo del suo regno la città visse un periodo di grande splendore.

Costruita sul mare, Piombino è da sempre anche una base marittima. Oggigiorno il porto di Piombino è utilizzato per il trasporto di merci, ma anche a scopo turistico. Da qui partono infatti i traghetti delle principali linee marittime diretti verso le isole dell’Arcipelago Toscano (l’Isola d’Elba si trova a soli 10km dalla costa!), così come quelli diretti verso la Sardegna e la Corsica.

Porto turistico, ma non solo

Piombino è sì un importante riferimento per il suo porto, ma sarebbe un vero peccato conoscerla solo per questo aspetto.

In Luglio 2012 ho trascorso, assieme alla mia famiglia, mezza giornata a spasso per il centro storico di Piombino ed è stata davvero una piacevole sorpresa

Il centro, piuttosto raccolto, si visita molto bene a piedi. Noi, arrivati in auto, l'abbiamo quindi lasciata vicino alla stazione degli autobus, a pochi passi da il Torrione ovvero l’antica porta di ingresso alla città. Detta anche porta di Sant’Antonino, risale al 1200 ed è il monumento più antico di Piombino.
Accanto al Torrione, nel 1400, vi fu costruito il Rivellino, un’imponente costruzione semicircolare di rinforzo. A prima vista la struttura appare quantomeno originale, almeno questa la mia impressione. Il complesso si comprende tuttavia meglio sapendo che il Rivellino è una costruzione militare, edificata a scopo difensivo, per proteggere da eventuali attacchi nemici la città, al tempo una Signoria governata dalla famiglia degli Orsini.

Palazzo Comunale

Superato il Torrione, ci troviamo a passaggiare nell’elegante Corso Vittorio Emanuele. Qui, se cercate un posto dove mangiare, vedrete diversi ristoranti e trattorie in cui potervi fermare.
Questi un paio di indirizzi da tenere a mente, consigliatici da una persona del posto (non so come la pensate voi, ma le dritte date dai locali sono le mie preferite): Taverna dei Boncompagni e Osteria Volturno. Avendo trovato chiuso il primo ristorante, la nostra scelta è andata sul secondo e devo ammettere che vi abbiamo mangiato una frittura di pesce davvero ottima!

Proseguendo la nostra camminata per la città non possiamo non notare il Palazzo Comunale e l’adiacente la Torre dell’Orologio. Belli ed imponenti, si intuisce subito che sono stati rimaneggiati in epoca recente ed infatti scopriremo che sono stati ristrutturati nel ‘900.
Al primo piano del Palazzo Comunale si trova l’ufficio di informazioni turistiche, riferimento che può tornare sempre utile (tra l’altro ho notato che le APT della Costa degli Etruschi mettono a disposizione dei turisti una quantità incredibile di materiale gratuito e davvero ben fatto su tutta la zona).

Piazza Bovio: un’incredibile terrazza con vista sull’isola d’Elba

From Piazza Bovio

Continuando a camminare verso il mare, che già iniziamo a scorgere dietro il Palazzo Comunale, si arriva in pochi minuti ad uno dei punti panoramici più belli di tutta Piombino: la terrazza di Piazza Bovio.

Costruita su un suggestivo sperone roccioso, Piazza Bovio è uno spettacolare balcone con vista sull’isola del’Elba. Nelle giornate limpide si riescono a scorgere anche l'isola di Montecristo, l'sola del Giglio, l'isola di Capraia, la Corsica. Sulla destra, la costa con il promontorio del Falcone.
Varrebbe la pena di visitare il centro di Piombino anche solo per questo panorama!

Poco oltre l’antico porticciolo, utilizzato ancora oggi dai pescatori per ormeggiare le piccole barche e la fonte dei Canali, dove l’acqua scorga da teste a forma di serpenti, realizzate da Nicola Pisano (diversi anni prima di dedicarsi a grandi opere come le decorazioni del Duomo di Siena ed il grandioso Pulpito del Battistero di Pisa).

Il castello e la fortezza medicea

Il castello si trova dalla parte opposta di Piazza Bovio. Per arrivarvi saliamo lungo la strada panoramica sul mare (viale del Popolo). 

Il castello risale al XIII secolo, mentre la fortezza fu aggiunta nella metà del 1500 per ordine di Cosimo de’ Medici. Tutto il complesso nel corso dei secoli ha subito diverse trasformazioni, anche strutturali.

In tempi relativamente recenti, dopo il 1861, anno dell’Unità d’Italia, il castello e la fortezza furono utilizzati come carcere.

Un’importante opera di restauro, terminata nel 2001, ha permesso di recuperare in parte la struttura originaria tardo cinquecentesca.
Oggi qui ha sede il Museo del Castello e della Città. L’ingresso al museo permette di vedere l’intero complesso (una parte esterna era però chiusa al momento della nostra visita). Su richiesta, vengono anche organizzate delle visite guidate e probabilmente vale la pena di usufruirne (il costo è abbastanza irrisorrio).
Noi, per tempi un po' ristretti, abbiamo scelto di vedere il museo da soli, ma al termine del nostro giro ho avuto l’impressione che non fossimo riusciti ad apprezzarlo al meglio, considerata anche la complessa storia dell’edificio e del suo ruolo per la città di Piombino.

Per informazioni sulle aperture ed orari di visita del museo, cliccate qui.

Castle of Piombino

Come arrivare

In auto da Nord prendere la A12 Genova-Livorno ed uscire a Rosignano Marittimo. Qui proseguire per la SS1 Aurelia seguendo le indicazioni per Piombino.
Chi proviene da Sud può invece prendere la SS1 Aurelia verso Grosseto, per poi continuare in direzione Venturina - Piombino - Isola d'Elba, seguire indicazioni per Piombino.

Due le stazioni ferroviarie presenti: Piombino Centrale e Piombino Marittima (di fronte al porto).

Dal porto di Piombino vi sono collegamenti con le isole dell’Arcipelago Toscano, con la Sardegna e la Corsica.
Le due compagnie di navigazione principali sono la Toremar (www.toremar.it) e la Moby (www.moby.it).


Autore: Cristina Romeo

Nata a Firenze alla fine dei favolosi anni ‘70, vive da sempre nella famosa “culla del Rinascimento”. Innamorata della sua terra, è mamma di un'adorabile e vivace bimba, a cui spera di trasmettere tutta la sua passione per la loro meravigliosa e preziosa Toscana.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com