Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Scopri le offerte dei migliori Ristoranti in Toscana con TheFork

Prenota il Ristorante

La Battaglia di Anghiari

Il piccolo borgo medievale di Anghiari, in provincia di Arezzo, fu al centro di una famosa battaglia nella quale le truppe Fiorentine, fiancheggiate dallo Stato Pontificio, affrontarono le truppe Milanesi, che, conquistata Sansepolcro, miravano ad ampliare ulteriormente i possessi del Duca di Milano.

Era il 29 Giugno 1440 quando i due eserciti, guidati rispettivamente da Michelotto Attendolo e Giampaolo Orsini e da Niccolò Piccinino, si fronteggiarono nella pianura sotto Anghiari (indicata ancora adesso come "Piana della Battaglia"). Lo scontro si risolse al termine della giornata con la vittoria dei Fiorentini.

La battaglia fu breve e non particolarmente cruenta, tanto che Niccolò Machiavelli ironicamente scrisse che quel giorno morì un solo soldato e perché fu fatto cadere dal proprio cavallo, alludendo al fatto che i soldati fossero per lo più mercenari e quindi poco disposti a combattere. La battaglia di Anghiari fu tuttavia decisiva per la sorte della bassa Toscana, che il Duca di Milano abbandonò definitivamente dopo la sconfitta, permettendo così ai Fiorentini di stabilizzare il loro dominio nella zona.

L' affresco de La Battaglia di Anghiari di Leonardo da Vinci

La vittoria della Battaglia di Anghiari fu estremamente importante per i Fiorentini che, per celebrarla, nel 1503 incaricarono Leonardo da Vinci di realizzare un affresco per una delle sale di Palazzo della Signoria, l' attuale Palazzo Vecchio.
Leonardo progettò un dipinto di grandi dimensioni, con scene della battaglia, da realizzare sulla parete destra dell' attuale Salone dei Cinquecento.

Prendendo spunto da alcuni scritti di Plinio il Vecchio, Leonardo decise di utilizzare per l' affresco la tecnica dell' encausto. Il fissaggio dei colori, secondo questo metodo, si ottiene tramite una fortissima fonte di calore, che Leonardo cercò di creare facendo allestire sotto il suo affresco dei grossi braceri. La procedura purtroppo non ebbe l' esito sperato dall' artista: non si riuscì a distribuire in modo uniforme il calore sull' affresco, probabilmente a causa delle sue grandi dimensioni, e l'opera venne danneggiata in modo irrimediabile. L' affresco de La Battaglia di Anghiari rimase tuttavia visibile per alcuni anni e diversi pittori, tra i quali Rubens, lo riprodussero. E' grazie a queste riproduzioni che ancora oggi abbiamo testimonianza di questa grande opera di Leonardo, scomparsa in seguito alla trasformazione della Sala effettuate dal Vasari tra il 1555 ed il 1572.

Molti pensano che l' affresco di Leonardo possa trovarsi ancora oggi sulle pareti del Salone dei Cinquecento, sotto gli attuali dipinti, ma le rilevazioni effettuate finora non ne hanno mai dato prova. Nel maggio del 2007, su iniziativa del Ministero dei Beni Culturali, è stata nominata la "Commissione per la Battaglia di Anghiari", che si occuperà compiere le indagini necessarie per accertare la presenza o meno dell' affresco di Leonardo sotto le opere del Vasari.

Nel centro storico di Anghiari, il Palazzo del Marzocco, detto Palazzo della Battaglia, offre ai visitatori un percorso museale con ampie ed interessanti informazioni sulla storica battaglia e sull' opera di Leonardo, oltre a ripercorrere lo sviluppo della città e del territorio della Valtiberina nel corso dei secoli.


Autore: Cristina Romeo

Nata a Firenze alla fine dei favolosi anni ‘70, vive da sempre nella famosa “culla del Rinascimento”. Innamorata della sua terra, è mamma di un'adorabile e vivace bimba, a cui spera di trasmettere tutta la sua passione per la loro meravigliosa e preziosa Toscana.



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com