Le tariffe più basse per il tuo Hotel in Toscana con Booking.com

Le offerte migliori direttamente dai proprietari su AgriturismoInToscana.com

Prenota Visite e Tour Guidati

Prenota il tuo Tour

Prenota i tuoi biglietti ed evita le attese!

Prenotazione Musei

Trascorrere le feste di Pasqua in Toscana

Le ricorrenze come Pasqua sono sempre sinonimo di eventi e tanta, tanta festa!

In questo 2017 Paqua verrà festeggiata aprile 16.

Le celebrazioni di Pasqua in Toscana non sono brevi, al contrario: durano all'incirca cinque giorni, a partire dal giovedi antecedente la domenica di Pasqua per terminare il lunedi successivo, Pasquetta. Solitamente il periodo pasquale ha inizio con processioni religiose e folcloristiche, per terminare poi con le classiche uova di cioccolato, avvolte in confezioni coloratissime e fantasiose, che celano al loro interno sorprese per grandi e piccini, la vera essenza della Pasqua!! A conclusione, il giorno di Pasquetta è dedicato alle tradizionali scamapagnate nella campagna toscana o a gite fuori porta con la famiglia o gli amici. A Firenze, così come nei dintorni, ci sono sempre un sacco di cose da fare e da vedere in questo periodo.

Giovedi Santo

A partire dal Giovedi Santo, per dar inizio alle celebrazioni, le chiese della città accolgono tutti quei visitatori interessati a vederne gli altari, elaboratamente addobbati con decorazioni floreali in segno di rispetto nei confronti della morte di Gesù ed in attesa della sua rinascita. E’ possibile girare per le varie chiese di Firenze e delle località limitrofe per esplorarne le meraviglie architettoniche ed assistere alle varie funzioni, occasione perfetta anche per organizzare escursioni giornaliere alla volta di città come Luccao Arezzo.

A Castiglione di Garfagnana (provincia di Lucca) si terrà la tradizionale Processione dei Crocioni, durante la quale un penitente anonimo travestito da Gesù Cristo, con le catene ai piedi scalzi e la croce sulle spalle, dovrà percorrere le vie del paese seguito dai fedeli, mantenendo l’anonimato per tutto il tempo della durata dell’evento, tanto da essere rinchiuso in un armadio dalla sera precedente e fino a notte fonda dopo la processione.

Venerdi Santo

Se vi trovate a spasso a Firenze, o in altre località della Toscana il Venerdi Santo o il sabato, potrete assistere ad una delle tante processioni che sfilano per i centri storici. Possono rivelarsi delle interessanti sorprese a cui prender parte, dato che molto spesso i partecipanti sfilano con costumi storici e portando sulle spalle una statua della Vergine Maria o di Gesù.

Se vi trovate a Firenze il Venerdi Santo, dovreste andare a Grassina, una piccola località vicina situata a soli 15 minuti dal centro, per poter assistere alla messa in scena della Passione di Cristo, a cui prendono parte circa 500 persone. Mentre la processione sfila per le vie del centro, nelle sue vicinanze prendono vita alcune scene della vita di Cristo, accompagnate da musica e relative narrazioni. Molti seguono la processione per poi arrivare a vedere il momento culminante della Crocifissione. Si tratta di una tradizione che va avanti da circa 300 anni e che ha inizio alle 9 di sera. I biglietti per i posti a sedere costano dai 6 ai 20 euro. Vi si arriva sia in macchina, che in autobus da Firenze (prendendo il numero 31). Per ulteriori informazioni date un’occhiata al sito http://www.catgrassina.org.

Se vi trovate in altre parti della Toscana, non temete, ci saranno altre processioni in Maremma, a Casole d'Elsa (si tiene ogni 3 anni, la prossima sarà nel 2018) e a Chianciano Terme in Val d'Orcia - leggete gli eventi di marzo per vedere tutti i dettagli.

La Domenica di Pasqua

Firenze è solita celebrare la domenica di Pasqua con lo Scoppio del Carro, una tradizione che risale al lontano Medioevo, dove un carro elaborato viene trainato in giro per la città da due buoi bianchi per poi fermarsi davanti al Duomo per l’esplosione finale con i fuochi d’artificio e la grande sfilata conclusiva. Una versione in scala ridotta di quest’evento viene riproposta anche nella piazza principale di Rufina, Piazza Umberto I, a circa 20 minuti da Firenze, a partire dalle 11.30 di mattina, nel caso vogliate sperimentare qualcosa di simile all’evento fiorentino, ma con meno affollamento di gente. Se volete assistere alla messa, basta che andiate in una qualsiasi chiesa, dove verrà celebrata la messa in italiano. Eventi simili vengono proposti a Cutigliano (in Piazza Acerone) nel nord della Toscana, così come a Porto Santo Stefano, sul famoso Monte Argentario, con processioni a cui vale la pena di assistere.

Pasquetta

In Italia, il giorno dopo Pasqua viene comunemente chiamato Pasquetta ed è un giorno di festa (rosso sul calendario) in onore della resurrezione di Cristo. E’ usanza degli italiani trascorrere il giorno di Pasquetta con i propri familiari, ma questo non significa che le città blindano le porte solo perchè molti, tra locali e turisti, usano mangiare all’aperto o passeggiare (tempo permettendo!) lungo l’Arno (a Pisa e Firenze). Agli italiani piace organizzare pic-nic all’aria aperta e mangiare pietanze tipiche del periodo, come i baccelli freschi con il pecorino, accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso. Potete acquistare da mangiare presso uno dei tanti mercati cittadini, come S. Agostino e San Lorenzo il sabato, ed andare a fare un pic-nic in uno dei parchi che si trovano a Firenze, ad esempio alle Cascine. Se preferite, invece, visitare un museo, non preoccupatevi, i più importanti musei della città rimangono aperti la domenica di Pasqua ed organizzano aperture straordinarie per Pasquetta nel caso siano normalmente chiusi di lunedi, come gli Uffizi, l’Accademia e Palazzo Pitti (almeno in parte). Altri, come il Bargello o il Museo di San Marco, possono esser chiusi la domenica ma aperti a Pasquetta. Troverete più notizie sulle aperture del 2017 sul nostro blog, quando verranno rese note, qui.

Per saperne di più sui musei toscani, visitate la sezione dedicata.

Sull’onda delle celebrazioni pasquali, molte città in Toscana sono solite organizzare mercatini all’aperto dove potrete trovare un pò di tutto, dal cibo tradizionale a prodotti di artigianato locale. A Siena, ad esempio, in genere vi è un grande mercato che comincia alle 9 di mattina della domenica di Pasqua e dura tutto il giorno: qui troverete dal cibo ai giocattoli, dagli oggetti in ceramica a quelli in pelle ed ai libri.  A Piteglio il Lunedì di Pasqua,  ci sarà la Festa della Farina Dolce: degustazioni nelle Aie del paese di Necci, Castagnaccio, Frittelle Dolci e Polenta Dolce tutto a base di farina di castagne.

A Pasquetta troverete il mercatino di Vinci propone oggetti di artigianato locale, mentre a Greve in Chianti, in Piazza Matteotti, ha sede un altro mercatino di antiquariato. A Fiesole, sulle colline proprio sopra Firenze, nella piazza principale - Piazza Mino - si tiene un piccolo e grazioso mercatino locale.

Buona Pasqua a tutti!


Autore: Louisa Loring



Commenti

Domande? Il posto giusto dove chiedere è il nostro Forum*

* Non ci è possibile rispondere a domande poste nei commenti, per favore chiedi sul Forum!

Le nostre Guide

  • DiscoverTuscany.com
  • VisitFlorence.com
  • Chianti.com
  • Agriturismo in Toscana.com
  • Firenze Alloggio.com